News

29 Settembre 2021

INNOVAZIONE

I VALORI ESG COME INDICI DI REPUTAZIONE

La reputazione di un’azienda si basa su diversi valori fondamentali. Le imprese, infatti, oltre a fornire un prodotto di qualità sono chiamate a dimostrare che lo stiano facendo in un modo etico e rispettoso dell’ambiente. Tra tutti, il livello di sostenibilità di un’azienda è diventato un criterio sempre più importante: non solo una sostenibilità relazionata con l’ambiente, ma con la capacità di generare benessere nel tempo, anche a livello sociale.

Queste nuove esigenze condivise hanno portato negli ultimi anni alla nascita degli indicatori ESG (Environmental, Social and Governance), dei punteggi che vengono utilizzati come metriche concrete per la misurazione del percepito reputazionale di un’azienda in relazione a tre fattori determinanti: il rapporto tra l’impresa e l’ambiente/territorio, le attività legate alla responsabilità sociale e la qualità della governance aziendale. L’analisi di questi punteggi fornisce dati essenziali che riflettono l’impatto delle imprese verso ambiente e società.

La possibilità di misurare questi valori complessi ha dimostrato che le imprese che prestano più attenzione alle performance ambientali, sociali e di gestione etica, presentano migliori performance anche sul piano dei risultati di business. Esiste, infatti, una forte correlazione tra le aziende che si attengono a standard elevati in questi ambiti e le aziende che si collocano in vetta alle classifiche di ranking reputazionale nazionali, europee e internazionali, come ad esempio Global RepTrack 100 o l’Esg Percepition Index.

Questa consapevolezza ha generato un profondo cambiamento nel mercato, che prende le distanze dalla visione che ha ispirato l’economia delle aziende nei decenni passati e che era incentrata prevalentemente sul profitto. La nascita dei valori ESG e della loro inclusione nelle metriche di ranking reputazionale è espressione di una trasformazione che non è solo economica, ma prima di tutto culturale: si tratta del passaggio da una fase in cui una gestione etica di un’impresa costituiva una scelta del tutto libera e indipendente, a una fase in cui lo scenario di mercato sta mettendo bene in chiaro che consumatori e investitori chiedono esplicitamente questo impegno.

Tutti i settori, seppur con modalità diverse, si stanno spostando verso un’economia basata sulla generazione di valore, oltre al profitto. L’impegno attivo di un’azienda verso l’ambiente, la società e l’etica gestionale, si è trasformato in un asset in grado di incidere direttamente sui risultati di business dell’azienda stessa e di determinarne il valore, e presenta anche numerosi vantaggi nella riduzione dei rischi finanziari e nella valorizzazione dei rapporti con gli stakeholders.

Il mondo è chiamato ad affrontare importanti sfide legate alla sostenibilità, come i cambiamenti climatici, la disuguaglianza sociale o lo sfruttamento intensivo delle risorse. Queste sfide richiedono soluzioni radicali che porteranno cambiamenti immensi. In questo futuro, l’unione tra business e sostenibilità non solo è possibile, ma diventerà una realtà a cui tutte le aziende aspirano. La misurabilità delle azioni concrete che un’azienda compie, e la possibilità di comparare questi dati grazie ai ranking ESG, incentiva le aziende a tendere a un continuo miglioramento per abbracciare la domanda di maggiore responsabilità richiesta dal mercato.

Condividi su:

Torna alle news >

Altre news

SOSTENIBILITÀ

21 Settembre 2021

DECRETO END OF WASTE: IL CARTONE DA RIFIUTO A RISORSA

Il 24 agosto 2021 è entrato in vigore il decreto End Of Waste : un passo avanti importantissimo per l’industria cartaria, che mantiene la sua posizione di eccellenza nella transizione verso l’economia circolare. 

DESIGN

14 Settembre 2021

IL CARTONE INCONTRA IL DESIGN

Esploriamo le ragioni della crescente disponibilità di mobili e oggetti in cartone, incoraggiata dalla domanda di sostenibilità e innovazione del mercato. 

INNOVAZIONE

07 Settembre 2021

DALLA PLASTICA ALLA CARTA: LE NUOVE BOTTIGLIE DELLA PAPER BOTTLE COMPANY

Le qualità sostenibili della carta conquistano anche il settore del beverage: la startup Paboco, in collaborazione con Coca Cola Company, brevetta una bottiglia prodotta con materiali a base cellulosica.

PRIVACY POLICY CREDITS
Cornelli Brand Packaging Experience Srl - p.i. 01745140192 - Rea CR-198181 - Cap. Soc. 150.000 euro i.v.
Cornelli Brand Packaging Experience Srl
p.i. 01745140192 - Rea CR-198181 - Cap. Soc. 150.000 euro i.v.
Cornelli Brand Packaging Experience Srl
p.i. 01745140192 - Rea CR-198181 - Cap. Soc. 150.000 euro i.v.